Onice, la pietra nera che fa bene all'organismo - Rawsen Skip to main content
Rawsen - Anello Crono con pietra Onice

Onice, la pietra nera che fa bene all’organismo

Vi sveliamo un segreto: oltre la curiosità per la storia dei gioielli e una passione incalcolabile per i miti, un altro nostro punto debole sono le proprietà delle pietre: quando questi tre interessi si combinano il nostro amore per questo mondo non può che crescere smisuratamente!

L’ultima volta vi abbiamo parlato delle caratteristiche del granato rosso, un minerale dalla struttura cristallina e dal tipico colore rosso intenso. Oggi vogliamo esaminare fino in fondo le proprietà e gli effetti benefici che l’Onice ha su chi la indossa. Pronti? Andiamo!

Il mito dietro l’Onice

Poteva mancare un po’ di leggenda dietro questa pietra? Ovviamente no! La parola “Onice” deriva dal greco onyks e significa “unghia”.

Secondo i miti, questa gemma venne creata quando Cupido tagliò le unghie a Venere dormiente e le lasciò sparse sul pavimento. Poiché le creature divine sono immortali, le parti del suo corpo non possono essere altrimenti, quindi le divinità trasformarono le unghie in una gemma, successivamente chiamate Onice.

Pillole di… storia!

Anticamente veniva chiamata Onice qualunque pietra di Calcedonio indipendentemente dalla sua colorazione. Furono i Romani ad utilizzare questo nome solo per le gemme di Calcedonio nere o marrone scuro.

Nell’antica Roma l’Onice, che essendo una varietà dell’Agata presenta delle striature bianche, veniva usata per la glittica, ossia l’arte dell’incisione di gemme e pietre dure: proprio grazie ai suoi diversi strati di colore, la parte in rilievo che è normalmente più chiara si differenziava nettamente da quella più scura, dando vita a dei meravigliosi intagli. Con questa tecnica i Romani erano soliti produrre cammei con immagini di persone.

La meno nota varietà rosso-marrone, chiamata Sardonice, veniva invece utilizzata come sigillo poiché non si attaccava alla cera.

Durante il periodo medievale con l’Onice venivano creati pendenti e spille che venivano utilizzati come talismani poiché si credeva tenessero lontani gli spiriti maligni.

Proprietà e uso dell’Onice secondo la cristalloterapia

Sin dall’antichità alle pietre viene riconosciuto un gran potere: essendo elementi primordiali che da sempre popolano la terra, al loro interno è presente tutta l’energia accumulata in miliardi di anni. Indossare o avere in casa una pietra vuol dire avvicinarsi a quella fonte di energia.

La cristalloterapia si basa sul presupposto che pietre e minerali, attraverso questi scambi energetici, siano in grado di agire positivamente sull’armonia e il benessere dell’organismo.

L’Onice ad esempio ha quattro caratteristiche peculiari che la contraddistinguono dalle altre pietre:

  • Favorisce il rilassamento: tenerla in mano o vicino la pianta dei piedi favorisce i momenti di relax e meditazione. Si dice addirittura che posizionata sotto il letto favorisca un buon riposo e che, più in generale, lasciata negli ambienti in cui si vive, purifichi le stanze dalla negatività. L’Onice aiuta a sentirsi a proprio agio e permette di sopportare bene i momenti di stress, contribuendfo a far tornare il buonumore;
  • aiuta la concentrazione: l’Onice nera stimola l’equilibrio emotivo e la concentrazione, stimolando il pensiero analitico e logico e contribuendo alla lucidità mentale;
  • rinvigorisce: l’Onice nera è una gemma che dona autostima, sicurezza, calma, forza, disciplina, pace interiore e senso di responsabilità. E’ una pietra particolarmente indicata per chi tende a perdere la concentrazione o a perdere tempo e per chi si fa influenzare facilmente dalle situazioni e dalle altre persone;
  • dona benessere fisico: l’Onice rafforza il sistema immunitario e contribuisce a far abbassare la febbre alta. Allevia i problemi di stomaco, favorisce l’assimilazione delle vitamine E e B rafforzando quindi capelli e unghie e agisce positivamente sul benessere di denti, piedi e ossa. Migliora l’udito e la vista, protegge le corde vocali e contribuisce a rimarginare piaghe e ferite.

L’Onice firmata Rawsen

Secondo la cristalloterapia l’Onice è una pietra che vibra con la frequenza del primo chackra. Per questo motivo si consiglia di indossarlo come anello, 

Rawsen - Crono Anello in Argento con pietra Nera Onice Cabochon Rawsen

bracciale o cavigliera: in questo modo aiuta l’organismo ad assorbire tutte le energie di cui è piena.

Avete mai dato un’occhiata alla collezione Rawsen? Tra i tanti pezzi unici c’è lui, il bellissimo Crono: un prodotto interamente realizzato in Argento 925 e a mano da abili orafi toscani!

Alla prossima storia!

Related News

Anelli in argento con pietre

Anelli in argento con pietre Rawsen

Rawsen - Storia delle collane

La storia delle collane: un viaggio che parte dalla loro origine

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

maillot de foot pas cher maillot de foot pas cher maillot de foot pas cher maillot de foot pas cher maillot de foot pas cher scarpe nike air max outlet scarpe nike air max outlet scarpe nike air max outlet scarpe nike air max outlet scarpe nike air max outlet scarpe nike air max outlet nike tn pas cher nike tn pas cher nike tn pas cher nike tn pas cher air max pas cher air max pas cher stone island outlet stone island outlet stone island outlet stone island outlet stone island outlet stone island outlet barbour paris barbour paris barbour paris barbour paris barbour paris piumini peuterey outlet piumini peuterey outlet piumini peuterey outlet piumini peuterey outlet piumini peuterey outlet canada goose pas cher canada goose pas cher canada goose pas cher canada goose pas cher canada goose pas cher canada goose pas cher woolrich outlet online piumini woolrich outlet moncler outlet online moncler outlet piumini moncler outlet moncler outlet online peuterey outlet online peuterey outlet pop canvas art mcm outlet online moose knuckles outlet