La Giornata Internazionale delle Donne firmata Rawsen | Rawsen Blog Skip to main content
La Giornata Internazionale delle Donne firmata Rawsen gioielli in argento

La Giornata Internazionale delle Donne firmata Rawsen

In questo 2018 di novità, non possiamo certo farci sfuggire l’opportunità di celebrare la Giornata Internazionale delle Donne firmata Rawsen! Non tanto perché consideriamo l’8 marzo una giornata diversa dalla altre, ci mancherebbe! Piuttosto, vogliamo festeggiarla perché la nostra collezione è, come vi abbiamo già raccontato in questo articolo del nostro blog, un inno alle figure femminili della mitologia greca!

8 marzo di festeggiamenti? C’è chi dice sì, c’è chi dice no!

La tendenza degli ultimi anni è quella di considerare l’8 marzo una giornata come tante altre, o meglio una giornata non di festa, ma di protesta. Ne sono un chiaro esempio slogan come “Io l’8 ogni giorno!”. Ne è ambasciatrice la community International Womens’ Day , che porta avanti azioni congiunte per il raggiungimento della parità di genere. Ne sono testimonianza gli scioperi che vedono ogni anno donne di tutto il pianeta manifestare contro le violenze e le discriminazioni, piuttosto che festeggiare gioiosamente una ricorrenza transnazionale.

Al di fuori delle posizioni politiche, delle manifestazioni e dei punti di vista, una cosa è certa: l’8 marzo non viene più chiamata “la Festa della Donna”. Non è più la giornata della mimosa, né un giorno per uscire con le amiche e dedicarsi una serata “fra donne”. È qualcosa di più: è la Giornata Internazionale delle Donne. Ma da cosa dipende questa nuovo modo di chiamare una data sul calendario?

Festa della Donna? Meglio Giornata Internazionale delle Donne

Fin da bambini e bambine abbiamo ricevuto e regalato mimose per quella che tutti e tutte chiamavano “Festa della Donna”, spesso senza conoscere le radici di questa ricorrenza mondiale. La comunità internazionale ha già da tempo abbandonato la definizione “Festa della Donna”, optando per un’etichetta più realistica: Giornata Internazionale delle Donne.

Non è chiaramente solo una questione di parole: secondo la Treccani, festa vuol dire “Celebrazione del giorno solenne, cerimonie per celebrarlo, o altri atti e apparati che si fanno, anche fuori di ricorrenze determinate, per manifestazione di comune esultanza o per semplice divertimento”. Non esattamente il significato che l’8 marzo dovrebbe veicolare.

Perché quindi così tanto rumore intorno ad un semplice modo di chiamare una festività? Le motivazioni sono diverse, storiche perlopiù. E noi di Rawsen ve le vogliamo raccontare: brevemente, ma in modo chiaro.

Un po’ di storia relativa alla Giornata Internazionale delle Donne

Quali sono gli avvenimenti storici che hanno condotto alla scelta dell’8 marzo come giornata dedicata a tutte le donne del mondo? È proprio vero che è un modo per ricordare il rogo della filanda di New York avvenuto nel 1908?

Vogliamo celebrare la Giornata Internazionale delle Donne firmata Rawsen proponendo la cronologia del sito delle Nazioni Unite. Ricordando così quali passi importanti sono stati compiuti fino ad ora… e riflettendo su quanta strada c’è ancora da fare.

Febbraio 1909: il Partito Socialista Americano indice il primo «Woman’s Day», giornata della donna. Negli Stati Uniti si inizia a discutere in maniera organica del diritto di voto alle donne, delle discriminazioni sessuali e dello sfruttamento all’interno delle fabbriche. Da questa data ogni ultima domenica di febbraio viene dedicata ai diritti delle donne.

  •  Agosto 1910: l’Internazionale socialista istituisce, durante la Conferenza di Copenaghen, unagiornata comune dedicata alla rivendicazione dei diritti delle donne. Non vengono tuttavia fornite indicazioni in merito alla data specifica in cui celebrare il movimento per il diritto al voto delle donne.
  • Marzo-maggio 1911: Germania, Austria, Svizzera, Danimarca, Francia e Svezia celebrano per la prima volta la giornata della donna. La manifestazione non viene replicata negli anni successivi.
  • Marzo 1913: il Partito Bolscevico organizza a San Pietroburgo una manifestazione per i diritti delledonne.
  • 1914-1917: le celebrazioni si interrompono per la Prima Guerra Mondiale.
  • 8 marzo 1917: le donne di San Pietroburgo guidano la manifestazione a favore della fine dellaguerra. È l’inizio della Rivoluzione di febbraio.
  • Marzo 1922: viene indetta la prima Giornata internazionale della donna in Italia.
  • 1975: l’ONU proclama l’apertura dell’«Anno Internazionale delle Donne» e sceglie l’8 marzo comedata univoca per la celebrazione della Giornata Internazionale delle Donne.
  •  1995: durante la Conferenza mondiale sulle donne di Pechino viene adottata la Piattaforma d’Azione di Pechino. In questo documento vengono individuate dodici tematiche che rappresentano un ostacolo per il miglioramento della condizione sociale delle donne di tutto il mondo.
  1. Donne e povertà
  2. Istruzione e formazione delle donne
  3. Donne e salute
  4. La violenza contro le donne
  5. Donne e conflitti armati
  6. Donne ed economia
  7. Donne al potere e processi decisionali
  8. Meccanismi istituzionali per il progresso delle donne
  9. Diritti fondamentali delle donne
  10. Donne e media
  11. Donne e ambiente
  12. Le bambine

Rawsen e la Giornata Internazionale delle Donne

Noi di Rawsen non possiamo fare a meno quindi di unirci alle celebrazioni della Giornata Internazionale delle Donne. Per ricordare la forza, l’eleganza e lo stile con i quali milioni di donne hanno combattuto da sempre per i diritti civili.

Per una Giornata Internazionale delle Donne firmata Rawsen, vi proponiamo quindi la nostra Collezione donna: gioielli in argento 925 creati per donne forti, legate a doppio filo le une alle altre. Non è un caso che i nostri anelli portino i nomi delle ninfe della mitologia greca: esempi di autodeterminazione, libertà e potenza della Natura.

Alcuni esempi? Agrostine, le ninfe protettrici dei campi che producono il sostentamento necessario agli uomini. Aloniadi, le ninfe delle valli profonde, dei precipizi e dei burroni. Alseidi, le ninfe dei boschi, terrorizzavano o curavano i forestieri che attraversavano le foreste.

Questo e molto altro nella nostra Collezione di gioielli in argento Rawsen. Visita la nostra pagina, ma non per sentirti una dea. Piuttosto per ricordare il legame con la Natura e la sua forza che è insita in te!

Auguri a tutte le donne da Rawsen!

Related News

Rawsen - Storia dell'argento

Storia dell’argento: un lungo viaggio indietro nel tempo

Rawsen - Storia degli anelli

Storia degli anelli, un viaggio dalla Preistoria ai giorni nostri

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *